Prototipo di reattore idrotermale miniaturizzato

Friulana Ambientale ha progettato e costruito nel proprio laboratorio i dispositivi necessari in vista della costruzione dell’impianto pilota per la distruzione biochimica dell’amianto, conducendo una serie di test su scala ridotta in collaborazione con Chemical Center di Castello d’Argile (Bo).

Nelle foto si può vedere il prototipo di reattore idrotermale da 1300 ml col quale sono state eseguite numerose prove a 170° C e oltre 14 bar di pressione.

Il dispositivo è dotato di:

  • Cilindro a tenuta di pressione in acciaio inossidabile AISI 316
    Riscaldamento con due resistenze da 1300 watt ciascuna
    Sistema di trasferimento del calore con due blocchi di alluminio fresato CNC
    Controllo elettronico di ripartizione del carico per avere un assorbimento massimo di 6.5 A
    Termostato con sonda Pt100
    Alloggiamento per inserimento di termocoppia per il controllo della temperatura interna
    Agitatore con doppia girante coassiale a velocità variabile con inverter, dotato di albero passante con anello in PTFE per la tenuta meccanica in pressione
    Dispositivo di prelievo pressurizzato di campioni da 12 ml durante il funzionamento, anche alla massima pressione
    Rivestimento isolante termico in lana di roccia
    Manometro

SCHEDA TECNICA

  • Peso 25 Kg
    diametro cilindro: 90 mm
    lunghezza cilindro: 220 mm
    capacità totale: 1,3 litri
    carico massimo di lavoro: 600 ml
    capacità camera pressurizzata dell’estrattore per campioni: 12 ml
    spessore cilindro: 3 mm
    spessore coperchio: 10 mm
    ingombro totale: 400 x 600 x 370 mm
    tensione di alimentazione 230 Volt 50 Hz
    Assorbimento massimo 7 A; 1400 watt, con agitatore in funzione

DESCRIZIONE E FOTO DEL MINIREATTORE

SONY DSC

Il cilindro centrale a forma di tubo con il manometro è il recipiente che, una volta inserito nel sistema, viene scaldato; sotto un’immagine del tubo aperto.

SONY DSC

SONY DSC

Sotto il coperchio si può vedere l’agitatore con due eliche coassiali, l’alloggiamento per la termocoppia (tubetto lungo chiuso) e il sistema per il prelievo di un campione durante il test, sotto pressione e a 170° C.

Quest’ultimo si può riconoscere perchè, in corrispondenza, c’è il rubinetto sopra il coperchio con quella specie di “pipa” metallica che serve per ricevere il campione liquido da 12 ml estratto, tramite il rubinetto; dopo il raffreddamento, sarà poi estratto e analizzato.

Prototipo di reattore idrotermale miniaturizzatoImpianto pilota per la trasformazione biochimica dell’amianto in materia prima riutilizzabile